NEWS/NEWS CALCIO NAPOLI/RUBRICHE

L’analisi – Bene così, ma quanti rimpianti…


Il punto di Walter Vitale: 
Un Napoli incerottato senza lo squalificato Cavani e gli infortunati Campagnaro 
e Pandev espugna l'Is Arenas grazie,manco a dirlo, a una magia di Marek Hamsik. 
La partita non è stata spettacolare ma il Napoli ha sempre dato l'impressione 
di poterla vincere, concedendo agli avversari davvero molto poco. Molto 
positive le prove di Britos,che non concede nulla a chiunque passi dalle sue 
parti, e di Bherami ,solito gladiatore che si butta su ogni pallone con una 
grinta incredibile, bene Insigne nel primo tempo, poi quando la stanchezza si è 
fatta sentire il magnifico è un po sparito dal campo. La partita inizia al 
piccolo trotto, le squadre sentono la partita come un derby, e quindi nessuna 
delle due la vuole perdere. La prima azione veramente pericolosa e del Napoli, 
è il 21° minuto quando il genio di Insigne si manifesta in tutta la sua 
grandezza, Lorenzo vince un rimpallo a centrocampo supera Ariaudo con una finta 
e piazza il pallone li dove Agazzi non sarebbe mai potuto arrivare, il pallone 
però colpisce il palo interno ma non finisce in rete, che gran goal sarebbe 
stato. La squadra azzurra prende coraggio, e pochi minuti dopo, Inler batte 
rapidamente un calcio di punizione verso Bherami che solo soletto entra in area 
e crossa in mezzo ,invece di tirare, ed il pallone viene spedito dalla difesa 
sarda in calcio d'angolo. Ancora Napoli ed ancora Insigne, il folletto 
Napoletano ben servito da Dzemaili cerca il tiro sul primo palo ma non inquadra 
la porta. Il primo sussulto Sardo porta il nome di Daniele Conti, che sugli 
sviluppi di un corner centra il palo esterno dopo un contrasto ruvido con 
Gamberini. Al 45° De Sanctis fa venire i brividi a tutti i tifosi azzurri, il 
Pirata sbaglia l'ennesimo rinvio, il pallone va sui piedi di Avelar che cerca 
la giocata alla Maradona, pallonetto da 35 metri, ma per fortuna del Napoli il 
pallone si spegne sul fondo. Nella ripresa il Cagliari sembra più determinato, 
nei primi minuti è quasi un'assedio dei sardi, che fanno collezione di calci 
d'angolo, ma non di tiri in porta, quello più pericoloso è un tentativo di 
autogoal di Cannavaro che nel tentativo, scusate il gioco di parole, di 
anticipare in scivolata Nenè da al pallone una traiettoria strana che si 
infrange sulla parte alta della traversa. Ancora Cagliari al 9° che con 
Nainggolan va vicinissimo al goal con una bella conclusione dal limite che va 
di poco fuori. Mazzarri vede i suoi in difficoltà ed inizia ad operare i primi 
cambi, fuori uno spento Maggio, come al solito ormai, e dentro Mesto e pochi 
minuti dopo fuori Dzemaili e dentro il Cileno Vargas. Ed è proprio il neo 
entrato Vargas che va vicinissimo alla rete, è il 25° e sugli sviluppi di un 
corner il Cileno è abile ad anticipare il suo marcatore ,ma il suo colpo di 
testa è respinto sulla linea di porta da Pisano. Il vantaggio però è nell'aria 
ed arriva puntualmente al 27° quando Hamisk,opaco fino a quel momento, è molto 
abile a sfruttare in area un carambola e di destro insacca la rete del'uno a 
zero per il napoli, siglando il suo sesto sigillo stagionale, che talento. Il 
Cagliari si butta in avanti a testa bassa ma senza organizzazione e lascia così 
ampi spazi al Napoli che rischia con Vargas, ben servito da Hamsik, di 
raddoppiare, ma in questo caso è molto bravo il portiere dei Sardi. Gli ultimi 
minuti sono come al solito, in questa partita, i più concitati, ma stavolta il 
risultato resta fermo sull'uno a zero per gli azzurri. Sarà contento , 
sicuramente, il presidente del Cagliari Cellino, che dopo il pareggio di milano 
contro l'inter, preso da una gioia incontenibile aveva dichiarato:"Lunedì le 
suoniamo al Napoli" forse il mestiere dell'indovino non si addice a Cellino. 
Resta per il Napoli i rammarico di aver buttato via 4 punti in casa, due col 
Torino e due col Milan, guardando ora la classifica quanto avrebbero pesato 
quei punti??
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...