NEWS/NEWS CALCIO NAPOLI

Il “mea culpa” del Napoli e di Lorenzo, che la passa…

Napoli spreca l’occasione di accorciare la classifica riuscendo, e di questi tempi è cosa assai difficile, a non battere il Milan pur partendo da un risultato di due a zero. Gli azzurri apparsi spenti e stanchi, sono riusciti dopo solo 30 minuti a portarsi sul 2-0 ed hanno sprecato con Insigne la più ghiotta delle occasioni per poter chiudere i conti già nella prima frazione di gioco. La partita comincia al piccolo trotto, il Milan cerca di fare gioco ma è evidente che si tratti di una squadra in difficoltà, quasi da encefalogramma piatto, e così il Napoli al primo tiro in porta, dopo solo 4 minuti, passa in vantaggio con Inler, al suo primo goal al San Paolo, grazie ad un intervento difettoso di Abbiati. Il Milan abbozza una reazione ,ma è veramente poca cosa, i rossoneri puntano ai tiri da fuori perchè non riescono a penetrare nell’area di rigore,e quando riescono ad entrare sbagliano con Montolivo da due passi. Il Napoli da par suo,  aspetta il momento opportuno per colpire, ed il momento non tarda ad arrivare. Siamo al 30′ quando Maggio serve Insigne in area, Lorenzo è rapido nello girarsi e complice una deviazione di Acerbi fa secco Abbiati per la rete del 2-0. Il Milan accusa il colpo e nemmeno tre minuti dopo Constant , in stile Aronica, lancia Insigne verso la sua porta ma gioiello napoletano non emula Sansone ,ed a due passi da Abbiati invece di insaccare si inventa un’assurdo passaggio a Cavani che viene anticipato da Mexes. Nel calcio esiste una regola non scritta che recita così :”goal sbagliato goal subito”, ed infatti i rossoneri al primo vero tentativo nello specchio della porta fanno centro con El Sharaawy che, dal limite dell’area si inventa una traiettoria che beffa un incolpevole De Sanctis, grave l’errore ,su questo goal, di Hamsik che si dimentica dell’avversario lasciandolo libero di calciare verso la porta. La ripresa inizia come il primo tempo, al Milan uno stucchevole ed improduttivo possesso palla , al Napoli qualche azione sporadica in contropiede. Gli azzurri sfiorano per un paio di volte la terza rete, prima con Maggio che arriva con un’attimo di ritardo su di un cross basso di Hamsik, poi con Cavani abile a sfruttare l’ennesimo errore della difesa milanista ma stavolta è bravo Abbiati a respingere con i piedi, e poi quella più clamorosa con Hamsik che a tu per tu con Abbiati spara incredibilmente fuori. Non sbaglia invece El sharaawy all’82’ quando è abile a sfruttare un’errore di posizionamento di tutta la difesa azzurra e trafigge De Samctis con un perfetto diagonale. La partita termina così con un 2-2 tutto sommato giusto, il Napoli può solo recitare il mea culpa per aver buttato via due punti, un po’ come avvenuto contro il Toro. Quando sei in serata no ma hai comunque delle occasioni ghiotte per chiudere i giochi lo devi fare, al napoli manca proprio questo, non riuscire a chiudere le partite è un limite pesante perchè può costare tantissimo in termini di punti, non battere una squadra mal ridotta come il Milan è un peccato capitale, ora però non c’è tempo di piangersi addosso c’è un trasferta in Svezia da affrontare per cercare di rimettere in gioco quello che si credeva perduto due settimane fa!

Walter Vitale

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...