NEWS/NEWS CALCIO NAPOLI

Clamoroso – Il segnalinee Maggiani tifa Juve. Lo conferma Facebook… FOTO!!!

Da calcionapoli24 – “Il gol della Juve è in fuorigioco. E’ il terzo episodio contro il Catania, dopo Parma e il rigore non concesso a Milano contro l’Inter. Noi cosa dovremmo fare? Dobbiamo assistere passivamente a questi episodi? Ci sono sette arbitri in campo. La cosa più assurda è che il guardialinee l’aveva dato il gol e poi dopo ha cambiato parere. Questo signore dovrebbe spiegare cosa ha fatto. Non è possibile, altro che sudditanza psicologica, c’è qualcosa di più. La panchina della Juve ha fatto annullare il gol, è vergognoso. L’arbitro mi ha chiesto scusa a fine partita gli ho detto che deve chiedermi scusa due volte, perche’ ha annullato un gol regolare e perché mi ha espulso senza motivo. E’ stato Pepe o la panchina della Juventus ad annullare il gol: qui si supera la sudditanza psicologica. Cosa dobbiamo fare per giocare contro la Juve?. Pensavo che certi tempi fossero finiti, a quanto pare non e’cosi’. L’errore arbitrale ci sta, purtroppo non possiamo farci un ca…!”. Questo lo sfogo a caldo del presidente del Catania, Antonino Pulvirenti. Quello del patron etneo è lo stato d’animo di chi s’è visto ‘condizionare’ una partita, una gara dove la squadra ha lottato su ogni pallone e che probabilmente prima dell’espulsione di Marchese meritava almeno di pareggiare.

A fine gara è scoppiata la polemica. Chi avrà ‘spinto’ per l’annullamento del gol? La prima ricostruzione dell’accaduto l’ha fornita il collega di Mediaset, Pierluigi Pardo: “É stato Rizzoli sulla linea a convincere Maggiani, il guardalinee. Tecnicamente sbagliato. Sull’offside decide guardalinee”. Appunto il guardialinee, Luca Maggiani. Ecco una breve presentazione dell’assistante di Gervasoni tratta dall’edizione del Corriere dello Sport del 19 ottobre: “Luca Maggiani, sezione Aia di la Spezia, è internazionale dal 2005. E’ alla sesta presenza stagionale, la terza che lo vedrà agire da “quarto uomo” (con gli arbitri d’area, tocca ai guardalinee mettersi fra le due panchine). E’ stato designato per il derby Milan-Inter (assistente numero due). In un Napoli-Lazio 4-3 (aprile 2011), non vide il gol fantasma di Brocchi. Il suo nome è entrato anche nelle intercettazioni di Calcipoli, Moggi lo riteneva «un amico”.

Luca Maggiani, sulla carta e per curriculum, dovrebbe essere uno dei migliori guardialinee del campionato. Nella scorsa stagione addirittura aveva ricevuto un premio dalla sezione di Sassari. Vi forniamo il link (clicca qui) ed evidenziamo i passaggi che dopo ci torneranno utili: “Maggiani, ha svolto davanti ad una gremita ed interessata platea una riunione tecnica durante la quale ha parlato delle caratteristiche che un arbitro deve avere per diventare grande: dedizione, passione, sacrificio, allenamento, umiltà, serietà, coraggio e anche un pizzico di fortuna, senza tralasciare ildivertimento: questi i punti salienti.

Ma riavvolgiamo il nastro e torniamo alla vergogna del Massimino, come l’ha definita il sindaco Raffaele Stancanelli: “Un’offesa grave per i tifosi e la citta’ perpetrata da una direzione arbitrale inqualificabile”

Dall’edizione odierna del Corriere dello Sport, moviola a cura del collega Edmondo Pinna divisa in due capitoli:

“Capitolo uno: sullo 0-0, il Catania va in gol con Bergessio e il gol era buono. Bergessio è sempre in posizione regolare, sia sul cross di Marchese, sia sulla deviazione di Spolli che sulla successiva sporcatura (se c’è) di Lodi. Il motivo? Semplice, Asamoah è sempre appiccicato al rossazzurro e copre la sua destra. Allora, gol buono l’arbitro convalida, il guardalinee Maggiani pure poi… Poi succede l’imponderabile. Proviamo a ricostruire: la panchina della Juve protesta, all’assistente internazionale viene il dubbio ed è la cosa peggiore che può succedere. Nella mente non trova più quel fotogramma, chiede a Rizzoli (arbitro d’area per la terza volta con la Juve. I precedenti fanno rabbrividire: era a Pechino e a Udine…) quanti tocchi ci siano stati, due la risposta, ancora conciliabolo. Per un disastro”

Capitolo due: . £FUORIGIOCO- E’ lo stesso Maggiani (ahilui) che fa convalidare il gol della Juve: ma quando Vucinic serve Bendtner, quest’ultimo è in fuorigioco di mezza figura rispetto a Rolin. Stupisce, fra l’altro, perché Bendtner è in primo piano e, teoricamente, sarebbe stato più logico l’errore contrario (cioè, vedere lui in fuorigioco mentre era tenuto in gioco da chi era dietro di lui). Bendtner tira, Andujar respinge, Vidal segna. Patatrac”.

Qui finiscono gli errori tecnici, definizione tanto gradita dal designatore Braschi, ed iniziano i sospetti. Il motivo? Basta digitare sul social network Facebook questo indirizzo  http://www.facebook.com/pages/Luca-Maggiani/325579754141590.  Una premessa è d’obbligo. Le fan page, in moltissimi casi, non vengono gestite dai diretti interessati ma da appassionati, familiari ,amici o conoscenti. Ma dopo la vergogna di Catania ed aver visto la data di iscrizione della pagina ci sorge qualche dubbio. La fan page Maggiani nasce su Facebook il 13 gennaio. Vengono pubblicate foto che ritraggono la ‘bandierina’ di La Spezia in un incontro internazionale Cipro-Portogallo. Successivamente invece gli scatti della visita a Sassari, di cui prima, e infine..

Free Image Hosting at www.ImageShack.us

E’ l’otto maggio e sul profilo della pagina, che annovera appena 248 “mi piace”,  vengono pubblicati due scudetti, come potete vedere dalle foto, quello dello Spezia, città d’origine considerato che egli viene proprio dalla sezione arbitrale di La Spezia, e quello della Juventus!!!  La prima è la squadra di calcio della città di provenienza (festeggiava il ritorno in B, ndr), ma la seconda, ci chiediamo noi, è quella del cuore? (festeggiava lo scudetto, ndr). Maggiani potrebbe anche difendersi: “Non ero a conoscenza di questa pagina”, ma è stata creata quasi un anno fa! E soprattutto ci sono foto private dove lo stesso assistente è in posa e sorridente nella sua Porsche. Secondo voi è pura coincidenza? Tutto può essere, ma il dubbio resta. A voi la sentenza.

AGGIORNAMENTO – PAZZESCO alle 10.35, subito dopo l’intervento del presidente del Catania Pulvirenti a Radio Anch’io Sport (clicca qui per leggere), dalla FanPage vengono rimosse queste due foto ‘private’ datate giugno

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...