NEWS

Rizzoli è il vero top player della Juventus

Juve: ecco il nuovo top-playerArbitri affetti dalla “Sindrome di Pechino“, quando c’è di mezzo la Juve le decisioni lasciano sembre strascichi di polemiche. “Ladri ladri ladri!“: finisce così Catania-Juventus, con il pubblico etneo che accompagna l’uscita dal campo dei calciatori bianconeri chiamandoli “ladri!”. Cavani, Aguero, Dzeko: altro che top-player… la Juve non sembra averne bisogno. Del resto quando si trova un atleta “universale” come il guardalinee Maggiani che prima annulla un gol regolarissimo al Catania e poi te ne convalida uno irregolare non si ha bisogno di grandissimi calciatori. Un Maggiani così è una sicurezza sia in difesa che in attacco.

Povero Catania, grandissima partita giocata dai rossoblu ma ne escono sconfitti. La partita del Massimino era iniziata già a senso unico: dopo pochi secondi dall’avvio su un lancio lungo indirizzato a Bergessio, Bonucci intercetta ed effettua un incerto retropassaggio al portiere. Il difensore della Juve per impedire all’attaccante argentino di disturbare Buffon sferra una gomitata a Bergessio ma l’arbitro Gervasoni non vede o non vuole vedere: sarebbe stato fallo e quantomeno cartellino giallo agli indirizzi dello scorretto centrale bianconero. Cartellini che invece Gervasoni non risparmia agli etnei per l’intera partita, anche per falli veniali. Mentre il fischietto dai capelli “leccati” si guarda bene di estrarre cartellini sul muso dei giocatori bianconeri che frequentemente entrano con durezza sui catanesi. Un tempo, in terra catanese, si sarebbe gridato “Incredibile al Cibali“.

Dal box del Massimino intanto Conte assisteva con apprensione al match. Alle spalle dell’allenatore condannato c’era il fido Paratici che le telecamere inquadravano quasi sempre con il cellulare all’orecchio.

La Juve vince e allunga sulle concorrenti. Se continua così il campionato sarà chiuso già nel girone d’andata. Dopo Pechino non è un buon segnale per l’intero sistema del calcio italiano. Nella speranza che qualcuno se ne accorga e prenda provvedimenti. Ma sperare, forse, non serve proprio a niente. CanaleNapoli.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...