NEWS/NEWS CALCIO NAPOLI

MAZZARRI: “Abbiamo imposto il nostro gioco a Torino. Futuro? Vi spiego…”

Dopo una domenica di riposo (troppo stress?) Walter Mazzarri torna a parlare del suo Napoli, battuto sì dalla Juve sabato, ma vivo più che mai: frasi mirate a tranquillizzare l’ambiente e ricaricarlo per ripartire, a cominciare dall’Europa League di giovedì in Ucraina. Ma soprattutto il tecnico livornese ha parlato anche del suo futuro, messo in bilico da lui stesso nei giorni scorsi: “Ci sarebbero da dire tante cose, perdere con la Juve ci può stare. Ci dispiace, ma bisogna ragionare e guardare come si è perso. La sconfitta va accettata, ma bisogna valutare la crescita di questi anni. Dato confortante: siamo andati a Torino e imposto il nostro gioco alla Juve. Il secondo gol è la conseguenza del primo, Pogba ha centrato il tiro della domenica”.

Il futuro – E veniamo al futuro dell’allenatore: “Vi spiego nuovamente la situazione, in estate ho fatto la scelta: per la prima volta in carriera sono in scadenza. – ha detto dai microfoni della radio ufficiale – E’ arrivato il momento di fare così per una serie di motivi, darò l’anima come sempre. A fine anno guarderò cosa ho fatto e cosa mi sentirò di fare. Anche Guardiola è sempre stato in scadenza, nessuno mai ha detto qualcosa. Adesso penso al Dnipro e al Chievo, non parlerò più di questo argomento. Se un giornalista dovesse farmi una domanda simile nei prossimi mesi passerò alla domanda successiva, ho voluto chiarirlo in diretta con la mia voce”.

Il riposo – Sul riposo domenicale: “Mancavo all’allenamento? Ho letto su alcune testate che ero stanco, i tifosi hanno diritto di sapere la verità: dopo la gara con la Juve e aver valutato col mio staff, ho deciso di lasciare ai calciatori un giorno libero. Alcuni ragazzi che non hanno giocato i 90′ a Torino hanno chiesto di allenarsi, quindi l’allenamento di ieri è stato facoltativo. Ai ragazzi ho messo a disposizione il magazziniere, il fisioterapista e il preparatore atletico. Hamsik è andato ugualmente a Castel Volturno. Sto cercando di diminuire le sigarette, la stagione è molto lunga e per questo cercherò di smettere di fumare per lavorare ancora meglio. Ho saltato un solo allenamento nella mia carriera, quando ero alla Reggina a causa di una influenza. Da tre anni a questa parte, a Castel Volturno arrivo sempre un’ora prima dei ragazzi”.

Fonte: Gazzetta.it

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...