NEWS

Vidal il castigatore degli azzurri: è pensare che Bigon…

A mettere a repentaglio quell’imbattibilità lo scorso anno fu soprattutto il Napoli, nel match dandata al San Paolo in cui la Juve andò sotto di brutto nel primo tempo, per poi uscire alla distanza. Strepitoso lo 3-3 finale. Vidal però è più legato al ritorno giocato allo Stadium, 3-0 per la Juve, scudetto in cassaforte e gol da fenomeno a suggellare un pomeriggio che rimarrà nell’album dei ricordi. Per non dire del match di Pechino, che l’ha visto nuovamente andare a segno, dagli undici metri. D’altronde, se abbandoniamo il campionato, una sconfitta la Juve lha subita, nella finale di Coppa Italia contro la squadra di Walter Mazzarri . Sfide che Il guerriero avrebbe potuto giocare con addosso la maglia azzurra, perché tra i tanti pretendenti ad assicurarsi le sue prestazioni nell’estate del 2011 il Napoli aveva una posizione di prima fila. Alla ricerca di un centrocampista di lotta e di governo, da inserire nel 3-5-2 di Mazzarri, il ds Riccardo Bigon aveva pensato proprio a Vidal, prendendo contatto già ad aprile, tre mesi prima che si concretizzasse il trasferimento alla Juve. Vidal, però, puntava più in alto. Anche a livello economico, va detto. Il risultato è che Beppe Marotta e Fabio Paratici riuscirono a insinuarsi nella trattativa (soprattutto in quella tra il cileno e il Bayern, per la verità) e formarono il trio Vidal-Pirlo-Marchisio che si presenta oggi come il centrocampo meglio assortito d’Europa. Lo riporta l’edizione odierna di Tuttosport

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...